Piccoli esercizi con il cane - abituare il cane all'utilizzo del fiuto

14.11.2012 09:25

L'ESERCIZIO DI RICERCA PASSO PASSO

Ricordate il silenzio! Le parole vanno dette solo nel momento giusto e vanno segnate su un diario per ricordarlo! Non chiamate mai il cane per nome e non incitatelo. Deve fare da solo!

Passo 1

Mentre il cane vi guarda, buttate un paio di bocconcini a non più di un metro da voi, lasciate che corra a cercarli e quindi, con grande enfasi, premiatelo e ditegli che è stato bravissimo a trovarli. Dopo che ha ingoiato l'ultimo, richiamatelo. Ripetete un paio di volte.

Attenzione: il cane impara più velocemente di quanto pensiate, siate quindi pronti ad aumentare le difficoltà molto presto.

Passo 2

Lanciate due o tre bocconcini uno dopo l'altro, di seguito. Assicuratevi che il cane stia guardando e che i bocconcini cadano I vicini l'uno all'altro. Senza nessun segnale lasciatelo libero di correre a cercarli e mangiarli. Fategli tanti complimenti quando li trova. Se ne trova solo uno, richiamatelo e lanciatene un altro nello stesso punto di quello non trovato, che così diventa un bonus nella ricerca successiva. Più ricompense trova, più il gioco sarà interessante e divertente. Ripetete 1-3 volte.

Passo 3

È molto probabile che ora abbia imparato il gioco ed è quindi il momento di aumentare un po' la difficoltà lanciando i bocconcini più lontano e più distanti tra loro. Ma non dite ancora nulla quando lasciate che lui corra a cercarli. Ripetete 1-3 volte.

Passo 4

Adesso è il momento di aggiungere il segnale, ed è un momento delicato. Lanciate solo 2-3 bocconcini e liberate il cane. Se va diretto a cercarli, aggiungete il segnale la seconda volta che ripetete l'esercizio. Altrimenti, tornate allo step 3. Il segnale può essere cerca cibo o qualcos'altro, libero sfogo alla fantasia. Date il segnale subito prima che parta a cercare; se esegue correttamente e con sicurezza, d'ora in poi potete usare il segnale ogni volta. Dopo poche ripetizioni il cane assocerà il segnale a questo gioco.

Se siete arrivati a questo punto in un'unica sessione, allora è tempo di concedere al cane una lunga pausa; almeno 10 minuti in cui è libero di annusare, camminare, bere, riposarsi. Se vi sembra stanco, allungate la pausa, lasciatelo dormire oppure rimandate a domani, e in tal caso ripartite dallo step 4 prima di proseguire. Se riprendete nella stessa giornata, andate direttamente al prossimo step .

Passo 5

Lanciate anche 8-10 bocconcini sempre più lontano e sempre più distanti tra loro. Date il segnale nel momento esatto in cui lo lasciate libero. Ripetete 1-5 volte.

Passo 6

È tempo di aumentare le dimensioni dell'area di ricerca. Se conosce il seduto-resta, lasciate che vi aspetti mentre preparate l'esercizio; altrimenti legatelo a qualcosa o procuratevi un aiutante che lo tenga al guinzaglio o che vada a nascondere i bocconcini al vostro posto. Quest'ultima soluzione è indispensabile se, mentre preparate il terreno, lui si stressa e piange. Distribuite il cibo a destra e a sinistra in uno spazio di 10x10 metri, o anche più grande se ha le zampe lunghe. Invitate il cane a cercare e fate qualche ripetizione.

Se non l'avete già fatta, adesso è sicuramente il momento di fare una lunga pausa. Il cane si deve rilassare completamente, senza fare niente. Andate a passeggio, rilassatevi in casa, ecc. La pausa deve durare mezzora o più. Di nuovo, se riprendete il giorno successivo, cominciate tornando indietro di due o tre passi rispetto al punto dove eravate arrivati. Altrimenti continuate con lo step 7 che è insegnare al cane a cercare senza che vi abbia visto nascondere il cibo.

Passo 7

Disponete i bocconcini senza che vi veda, ossia mentre aspetta in casa, in un'altra stanza, in macchina, dietro una collina, ecc.

Preparate la ricerca in modo che sia semplice, mettete il cibo dove pensate che lo trovi rapidamente e facilmente. Poi prendete il cane, date il segnale cerco cibo e lasciatelo libero. Se parte a cercare, congratulazioni! Ha imparato il segnale e voi avete raggiunto l'obiettivo. Se invece non parte a cercare, ripetete lo step 6 due o tre volte prima di riprovare il 7. Non è successo niente di grave. Continuate a provare gli step 6 e 7 finché non comincia subito a cercare non appena gli date il segnale.

Passo 8

Aumentate gradualmente l'area di ricerca fino a raggiungere le dimensioni più adatte a voi e al cane in base alla taglia, velocità ed efficienza nel lavoro. (anche un intero campo da calcio!)

Passo 9

Fate passare un po' di tempo tra la preparazione e l'inizio della ricerca. A volte è più facile trovare del cibo vecchio, a volte no; sperimentate e cercate di scoprire cosa riesce a fare il vostro cane. Può diventare un bel gioco tra voi o i bambini e il cane; scopo del gioco è nascondere i bocconcini e sfidarlo a trovarli. Ripetetelo almeno una volta a settimana, per tutta la vita del cane.

Passo 10

Il cane deve imparare a cercare in tutti I tipi di ambiente, che sia al chiuso o all'aperto. Se l'addestramento è cominciato in una stanza particolare, passate ad altre stanze, a tutta la casa, a case di altre persone e infine anche in giardino e al parco o nel bosco.

Cambiate bosco, prato, altezza dell'erba, tipo di vegetazione, ecc.

Fate questo gioco in tutti i tipi di posti, possibili e impossibili.

 

ATTENZIONI CON IL PRINCIPIANTE

 

Con il principiante è importantissimo:

- Interrompere il gioco mentre lui vorrebbe ancora continuare. Se andate avanti finché il cane si stanca, rischiate che perda interesse. È fondamentale ricordarsene nella fase iniziale del training; più tardi, quando ormai sa di cosa si tratta e ci ha preso gusto, potete lasciarlo lavorare finché non decide da solo di smettere.

- Usare sempre lo stesso posto, che sia al chiuso o all'aperto; la generalizzazione viene dopo.

Poi, se il cane non trova tutti i bocconcini, lasciateli lì senza mostrargli dove sono: saranno un bonus per le ricerche successive, rinforzi extra magari utili per un apprendimento più rapido. Finito l'addestramento potrete decidere se toglierli o se lasciarli lì agli altri animali.

 

La pausa

ritengo che sia un elemento centrale del successo nell'addestramento. Cosa fare durante le pause, quanto durano e quando farle.

Qual è lo scopo della pausa? Potremmo dire che è riposare, rilassarsi, digerire ciò che ho appena imparato e prepararsi a rifarlo.

Dunque è necessario sapere cosa è rilassante per il cane e cosa invece non lo è. Ogni cane è diverso. C'è chi ama fare un riposino in macchina e chi invece diventa isterico se lasciato solo in auto, e ancora chi ritiene che sia suo compito fare la guardia e non si riposa affatto perché lavora tutto il tempo anche se non c'è nessuno in giro.

E che dire della pausa-training! Capita di vedere che si usino le pause per far training di qualche altra cosa: obedience, agility, o altro ancora. Grande errore. Se dedicate la pausa ad insegnare qualcos'altro, cancellate dalla memoria ciò che il cane (e voi) avete appena fatto e lo sostituite con altro. E poi, fare un altro lavoro non è affatto fare una pausa.

Altra frequente attività di pausa è far giocare il cane con altri cani o lasciarlo correre liberamente; l'intenzione è certamente delle migliori, ma normalmente non è una buona idea; anche in questo caso il cane perde la concentrazione e non si rilassa affatto.

La mia pausa è passeggiare tranquilli al guinzaglio lasciando che annusi in giro. Se la sessione è stata lunga e ha richiesto molta testa e concentrazione potrebbe andare bene anche una corsetta. Al contrario, se è stata molto attiva, molto fisica e impegnativa per velocità ed azione, una passeggiata calma o un sonnellino in macchina sono la scelta ideale.

Evitate di passare bruscamente dall'attività sfrenata al riposo completo; ricordate di far prima raffreddare un po' il cane con una breve passeggiata. Imparate dai fantini: riscaldare prima e raffreddare dopo!

Molto spesso l'ora della pausa è molto prima di quanto pensiate.

La pausa deve intervenire mentre si sta migliorando, così voi e il cane ricorderete la sessione in modo positivo. Se capita che il cane esegua bene l'esercizio già al primo tentativo, bene! Fategli tanti complimenti, date un bocconcino e prendetevi una breve pausa, uno stacchetto anche di soli 20 secondi, prima di ricominciare.

Noi umani tendiamo a pensare: "Wow! Ci stiamo riuscendo, è divertente, riproviamo ancora una volta, e lì naturalmente tutto comincia ad andare storto. Fermatevi in tempo! Quando l'interesse del cane (ed il vostro) è al top, e inevitabilmente comincia a diminuire, è già troppo tardi. Avreste dovuto fermarvi prima. Man mano che andrete avanti nel training imparerete a capire quando è il momento giusto per una pausa.

—————

Indietro


Contatti

Wolfanddog

Località Costa Arinari 130
Neirone (GE)
16040


+39.3738700742
Facebook: franconapolitano